Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
logotype
Benvenuto, Ospite

ARGOMENTO: È violenza?

È violenza? #496

  • Luci
  • Avatar di Luci
  • OFFLINE
  • Messaggi: 3
Buonasera,
Mi sono appena iscritta a questo forum cosa che non avrei mai pensato di fare semplicemente perché mi sono sempre considerata una donna molto forte e sono sempre stata la prima, nel mio piccolo, a cercare di schierarmi contro la violenza sulle donne e a chiedermi perché alcune donne non riescano ad uscire da certe situazioni.
Ad ogni modo vorrei partire da una domanda... quando è violenza?
Racconto la mia storia sperando di non essere giudicata semplicemente perché mi trovo in difficoltà ora.
Vivo da due anni una storia con un uomo sposato.
Già qui potrei attirare le critiche di molti alle quali potrei rispondere in tanti modi sul come è successo, perché ecc.
Ma il fatto è che io l'amante non la voglio fare ed è da più di un anno che cerco di interrompere questa storia. Fallendo.
Passando al punto...
Gli atti che mi fanno pensare che sia violenza sono:
- ogni volta che lascio lui "casualmente" si apposta all'uscita del lavori o mi viene a bussare alla porta di casa o mi chiama anche piangendo chiedendomi di vederlo.
- spesso ormai litighiamo e lui alza la voce ... parecchio
- mi sento nettamente inadeguata e "inferiore" e spesso lui mi fa sentire così con citazioni o domande alle quali non so rispondere (anche di cultura generale tipo musica o storia... mi fa sentire un po' ignorante)
- in due occasioni mi ha dato uno schiaffo.
-una volta lo avevo fatto arrabbiare è arrivato a casa mia e mi ha spinta contro il frigorifero... forte... premendomi il telefono contro la faccia ... era incalzato per i messaggi mandati e voleva "farmeli vedere" da vicino forse (ridiamoci su)
- una volta per sbaglio... così ha detto... mi ha dato una botta in faccia e mi ha graffiato il naso.
-quando litighiamo a volte mi si scaglia contro con violenza ... l'ultima volta ha dato pugni forti al muro e anche una testata.. il muro che avevo alle mie spalle insomma tra lui e il muro cmq c'ero io
-a volte sbatte a terra le sedie o altre cose a casa mia
-se.siamo in macchina e lui è arrabbiato va fortissimo e mi fa paura ma se gli chiedo di rallentare o farmi scendere accelera

Scrivendo questi fatti in un elenco magari sembra un po' violenza a tratti però non è sempre così è spesso è molto dolce.
So che sembra che lo voglio giustificare e che forse è la cosa che fanno molte donne ... ma io credo che potrebbe non essere la stessa cosa e nn mi ha mai fatto molto molto male fisicamente.
A volte non lo ha fatto di proposito poi credo...
Poi spesso piange... ma piange molto di fronte a me... un po' pentito un po' perché non vuole perdermi un po' perché sa che questa relazione mi fa male ma che ho bisogno del suo aiuto per terminata perché quando arriva e mi cerca io ci ricasco e infondo spesso sono io la prima a desiderare che lui venga a cercarmi di nuovo.
È anche vero inoltre che io un po' provoco... È proprio il mio carattere e quindi forse per questo scatenò le sue reazioni ...
Mi ha detto che in passato nn gli era mai successo di avere reazioni simili e mi ha detto che come me non ha mai amato nessun'altra.

È violenza? Cosa dovrei fare? Come.faccio a fare.in modo di lasciarlo definitivamente
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #497

cara Luci
ti ringrazio per la decisione di iscriverti a questo forum e di scrivere la tua storia , sicuramente non è facile , nero su bianco raccontare una parte di sè, per giunta cosi' dolorosa e piena di contrasti e dubbi.
La tua domanda è "quando è violenza"? Violenza sono i ripetuti maltrattamenti, di natura verbale o fisica o non in ultima psicologica .
Una donna subisce violenza quando si sente minacciata dal partner, quando ne ha paura, quando viene umiliata, derisa, quando subisce la gelosia ossessiva del compagno , quando viene spinta percossa, costretta a subire urla insulti , minacce, tutto questo , che spesso si protrae nel tempo è violenza.
La violenza ha delle conseguenze, fisiche , non solo evidenti come i lividi delle percosse ,ma spesso si manifesta attraverso i disturbi comunemente chiamati "psicosomatici" , si rivela con l'insonnia , gli stati di ansia. No non è colpa tua non sei tu che gli fai saltare i nervi, nessuna di questa reazioni è commisurata al fatto che tu le possa provocare, spesso la violenza si intervalla con stai chiamati "luna di miele "in cui il partner sembra finalmente aver capito e voler dimostrare di essere pentito e di rimediare... purtroppo senza un aiuto esperto questo ciclo non si interrompe.
il mio consiglio è di cercare uno sportello di ascolto vicino a te e parlare confrontandoti con un professionista che potrà sicuramente farti da guida e rispondere alle tue domande.
in attesa di rileggerti
elisa
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #498

  • Luci
  • Avatar di Luci
  • OFFLINE
  • Messaggi: 3
Grazie mille per la risposta.
Il fatto è che non pensavo fosse così difficile ammettere come stanno le cose, ma farlo mi ha aiutata a vedere in maniera più lucida le cose.
Gli schiaffi o il farmi paura con pugni che fortunatamente arrivano al muro vicino al mio viso invece che su di esso forse è troppo... l'ansia poi adesso diventa sempre più forte e fortunatamente io odio le medicine perché se no forse ... invece che andare avanti a camomilla e gocce di Bach avrei ceduto ad altro.
Giusto ieri l'ennesima scenata dopo un tentativo di dirgli basta.
Questa volta credo sia stata un po' troppo violenta anche per lui che appena calmo si è scusato ed ha accettato la mia richiesta di non vederci più... almeno spero... spero non compaia di nuovo fuori dal lavoro tra qualche giorno ad aspettarmi dicendomi che non può stare senza di me.
È soprattutto spero, nel caso, di avere la forza io per nn fermarmi a parlare con lui... non concedergli l'ultimo chiarimento che spesso ci ha portati punto e a capo nel ricadere nelle stesse dinamiche.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #499

Buongiorno Luci,
prendere consapevolezza della situazione in cui si trova e cercare di trovare una soluzione è già un gran passo avanti in un percorso che non sarà indolore, ma che la porterà ad allontanarsi da una "relazione" che, da quanto descrive, non è né soddisfacente né felice, ma pervasa da paura, ansia e violenza.
Mi permetto di consigliarle di evitare "l'ultimo chiarimento e/o appuntamento" con un uomo che Lei stessa descrive come violento e di cui ha paura.
Si faccia aiutare da professionisti che certamente la supporteranno nel suo percorso e sapranno fornirle gli strumenti per affrontare la situazione.
Vedrà che troverà la forza Luci, può farcela.
Cordialmente,
Michela
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #520

  • Luci
  • Avatar di Luci
  • OFFLINE
  • Messaggi: 3
Non mi sono rivolta ancora a nessun professionista. Credevo fosse finita e di essere riuscita a mettere un punto.
Oggi purtroppo un altro episodio. Stavo uscendo dal lavoro mentre un collega stava rientrando. Lui si è presentato e mi ha chiesto di salire in macchina. Al mio no e allontanarmi mi si è ri accostato con la macchina dicendomi di salire se non volevo scendesse lui.
Un po' per non far scenate davanti al collega un po' per timore sono salita.
Non dovevo effettivamente.
Era furioso. Ho cercato di dirgli quello che pensavo potesse farlo arrabbiare meno. Andava fortissimo in macchina. Ho avuto la. Ho urlato e chiesto di fermarsi... lo ha fatto solo per tirarmi fuori dalla macchina... letteralmente di peso. Una macchina passava e si è fermata poco più avanti vedendo la scena. Io ero pietrificata. Avevo paura ... seriamente paura. La macchina che si era fermata è ripartita senza che nessuno mi chiedesse nulla,ma anche perché ci ha visti immobili fermi...
Strattoni spinte... per fortuna c'era gente e poi non ha proseguito e io mi sono allontanata a piedi supplicandolo di smettere e non fare scenate e non Menarini.
Ma si sono arrivata al culmime. Ho avuto davvero paura.
Spero che nessuno si debba mai trovare in una situazione simile. Io domani vado a parlare in uno sportello antiviolenza che c'è qui nella mia città.
Grazie a tutti per il supporto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #522

Buonasera Luci,
a volte pensiamo di poter risolvere le cose da soli, a volte attendiamo e speriamo che le persone cambino e le situazioni si sistemino in qualche modo da sole, purtroppo però, soprattutto quando si tratta di casi come quello da Lei descritto, questo accade raramente.
Si rivolga al centro antiviolenza più vicino, troverà personale qualificato e professionisti che potranno aiutarla e consigliarla al meglio.
Coraggio, può farcela.
Cordialmente,
Michela
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

È violenza? #523

Buonasera Luci,
a volte pensiamo di poter risolvere le cose da soli, a volte attendiamo e speriamo che le persone cambino e le situazioni si sistemino in qualche modo da sole, purtroppo però, soprattutto quando si tratta di casi come quello da Lei descritto, questo accade raramente.
Si rivolga al centro antiviolenza più vicino, troverà personale qualificato e professionisti che potranno aiutarla e consigliarla al meglio.
Coraggio, può farcela.
Cordialmente,
Michela
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Powered by Forum Kunena
© 2008 - 2016 Fondazione Pangea Onlus