Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
logotype
Benvenuto, Ospite

ARGOMENTO: Violenza psicologica

Violenza psicologica #785

  • Sara
  • Avatar di Sara
  • OFFLINE
  • Messaggi: 2
Salve ...le scrivo per capire in che situazione io mi trovi ,sono una ragazza di 18 anni e sto vivendo un disagio e non so a chi chiedere aiuto. Due anni fa ho conosciuto un ragazzo con cui mi sono sentita per due settimane,dopodiché abbiamo deciso di rimanere amici per mancanza di mio interesse . Inizialmente eravamo amici normali ,poi iniziai a notare atteggiamenti ambigui. Per esempio una sera che uscimmo in gruppo mi feci accompagnare a casa da un altro amico(omosessuale )nonostante lui mi avesse detto testualmente <<tu non torni a casa >>aprendo la portiera del mio amico.. lui ci segui con la sua macchina,lampeggiando con i fari sotto casa mia per farmi capire che stesse li ,dopodiché io furiosa gli dissi che non poteva seguirmi sotto casa e lui con un atteggiamento remissivo mi disse testuali parole “volevo solo fumarmi una sigaretta con te “ . Io gli dissi che se lo avesse rifatto non mi avrebbe più vista . Da lì i suoi atteggiamenti sono del tutto cambiati, in peggio , come se avesse iniziato a soffocare tutte le sue emozioni per paura di perdermi e ora sembra che stia manifestando le sue volontà in maniera latente, mi spiego :è sempre nervoso ,ha uno sguardo sospettoso,controlla sempre chi guardo e come guardo, iniste nel sapere il mio stato sentimentale , ogni persona con cui parlo lui sostiene che sia il mio partner (donne e fidanzati delle mie amiche incluse ) . Ogni giorno mi chiede se il pomeriggio sono a casa ,se rispondo di ‘no’ lui non mi crede e vuole le foto , che non gli ho mai inviato . La sera mi ridomanda la stessa cosa e spesso sostiene di avermi visto (Anche quando veramente avevo passato la giornata a casa ). Attualmente sostiene che io sia tornata col mio ex , ma io stavolta ho voluto non dargli conferme lasciandolo nel dubbio . Poiché tutte le altre volte che dicevo di essere single non venivo creduta . Lui ha iniziato a dire che era meglio lui del mio ex (anche se alla fine lui pensa di essere il migliore in ogni cosa )perché mi fece cadere in depressione , mi ha detto anche che se io avessi risposto alla domanda lui mi avrebbe dato informazioni (a riguardo di non so che cosa ) , ha insistito parecchio tempo domandandomi se ero fidanzata e ignorando del tutto le mie risposte le quali affermavano che non erano questioni che riguardavano lui . La conversazione si conclude con la sua frase “se voi avete rapporti sessuali io non so cosa potrei fare” e da quattro giorni non si fa più sentire. E sono intimorita da questo distacco improvviso.
Un giorno disse che PER LUI eravamo stati fidanzati e non contava se io dicevo il contrario . A volte mi fa complimenti ,mi regala le cose ,paga sempre lui al bar per me , altre volte cerca di sminuirmi dicendomi che se mangio ingrasso, oppure che sono troppo magra ,oppure che mangio/non mangio perché sono nervosa (e ovviamente inizia a pensare che il mio nervosismo sia dato da litigi con presunti fidanzati) mi trucco troppo ultimamente , che sono sola,mi dice sempre che lui è L unico che tiene veramente a me(un giorno cerco’ di convincermi che la famiglia non era un vero affetto ma un illusione ),e così per ogni cosa ..ogni argomento lui è il migliore,unico e il resto non conta .Fino a poco fa ignoravo questi segnali pensando che era insicuro e cercava sicurezze in me ma adesso sono troppi evidenti per essere ignorati . Io ho il timore che non sentendolo più lui possa raccontare cose su di me non vere , o che possa avere reazioni diverse da un normale distacco . Sono una persona molto timida e riservata , difficilmente parlo e lui gioca spesso su questo . Dice che il problema sono io se non riesco a sbloccarmi con le persone .mi giudica sempre , anche se invio un messaggio si innervosisce . Vuole vedere la mia galleria di foto , mi ha proposto del sesso in cambio di soldi(cosa che ho sempre rifiutato di fare) e ogni volta che pago da sola al bar sostiene che io abbia guadagnato quei soldi avendo rapporti sessuali. Ma avanti agli altri è un amico solare ,simpatico e spiritoso ..come se non volesse far capire che con Con me invece è tutto questo . Quando toglie la maschera da simpaticone esce uno sguardo impenetrabile , glaciale.Ho paura perché conosce il mio unico punto debole che è la riservatezza ..e ho pensato che magari non si sta facendo sentire perché mi ha detto che finché non avrei risposto alla domanda se io fossi fidanzata o meno ,lui non mi avrebbe risposta poiché è convinto che io gli abbia mancato di rispetto tornando con il mio ex ragazzo (anche se io non sono fidanzata in realtà) Concludo dicendo che in due anni è la prima volta che non si fa sentire per così tanto tempo, la sua presenza era estenuante , e sono molto agitata per questa motivazione . Vorrei qualche consiglio per capire come comportarmi , perché ho avuto modo di capire che è probabilmente ossessionato da me ed è impossibile un distacco così immediato da parte sua dato che fino a pochi giorni fa non potevo nemmeno prendere il telefono in mano in sua presenza. E purtroppo lui in due anni non mi ha dato modo di accedere alla sua sfera interiore , conosco il suo modo di ragionare: completamente disinteressato a tutto ciò che non riguarda me . So solo che esteticamente è insicuro anche perché un giorno ci trovavamo in gruppo e lui chiese avanti a tutti se era un bel ragazzo ,dopo che i miei amici diedero la loro risposta lui mi guardò e mi disse “non voglio sapere la risposta da voi ,ma da lei “ disarmandomi ,anche perché lui è una persona che non si mette così al centro dell attenzione . Cioè ama far capire che è il migliore ,ma sceglie lui L argomento di sè su cui parlare e ovviamente è sempre vantaggioso per lui .. e io ho pensato che avrà scelto un argomento svantaggioso per me ,non per lui. Mi ha fatto vivere un anno di tensioni , non potevo invitare nemmeno una mia amica a casa e subito pensava che ci sarei andata a letto assieme , si innervosiva ..non potevo guardare un ragazzo se no mi chiamava “tr**a”.(tutti questi commenti posti in maniera sarcastica,ma in realtà non lo era affatto ). Ha cercato di farmi isolare , dicendo che tutti i miei amici parlavano male di me quando non c’ero . Mi ha soffocata per un anno , e io ero lì inerme che stavo al suo gioco per paura di qualche ricatto o per paura di vedere il suo sguardo di rimprovero . Ora che non lo sento da quattro giorni è come se il suo sguardo fosse ancora presente , ho paura di incontrarlo e mi sento osservata anche se non c è . Io ero la sua ossessione e ora sono io ossessionata dal timore . Velatamente mi ha ricattata due volte , ma in una maniera in cui non posso affermarlo con certezza . Mi sento completamente impotente e nelle mani di una persona che ha dimostrato che farebbe di tutto pur di tenermi sotto controllo . L ho giustificato per tutto questo tempo pensando che mi volesse bene e invece è stato solo un veleno , e ora che è scomparso inizio a temerlo . Una persona che mi controllava ogni giorno da un anno , non può sparire così senza tramare qualcosa . Sono intimorita anche perché due settimane fa parlammo di un uomo che ha ucciso la moglie , e lui giustifico il suo gesto dicendo Che probabilmente lei lo tradì e lui fu preso dalla rabbia .. io gli dissi che era inconcepibile per me un pensiero del genere , e lui mi rispose “ se lei lo ha tradito capisco le motivazioni dell omicidio” . Insomma tutti questi avvenimenti non mi rasserenano , e ora vorrei capire come comportarmi . Ho paura che vedendo me indifferente si arrabbi ancora di più e possa giustificare eventuali “attacchi d’ira” in se stesso , o che in qualche modo si voglia vendicare . Ma L ultima cosa che voglio è risentirlo , perché inizierebbe a discutere e non ascolterebbe nemmeno cosa ho da dire , non mi crederebbe a prescindere come sempre . E se leggesse tutto questo negherebbe totalmente , come ogni volta che gli facevo presente i suoi atteggiamenti ambigui . Come ogni volta che mi chiedeva se ero fidanzata , negava ogni volta la domanda posta settimane prima. La quinta volta che mi ha chiesto se fossi tornata dal mio ex ,ho deciso di non rispondergli ne con un “si” ne con un “no” . Poiché queste domande sul mio ex erano intervallate da altre domande identiche su ogni persona con cui avevo a che fare . Mi sono privata di molte serate con gli amici e di conoscere un ragazzo Che mi interessava perché lui mi guardava sempre. Più eliminavo i rapporti con gli altri è più lui Affermava che io ero fidanzata , o che mi vedeva uscire , o che io volessi andare a letto con chiunque . Sosteneva di conoscermi così bene da riuscire a capire cosa pensavo e chi mi piaceva ,solamente guardandomi .. e ha sempre sbagliato tutto . Io ho sempre amato la mia libertà , e non ho mai permesso ad un mio fidanzato di invadere i miei spazi con troppe domande o limiti , ho sempre fatto quello che volevo rispettando sempre gli altri . E non so come sono cascata in questa situazione che mi ha tolto quello che amo di più ,cioè il sentirmi libera . Spero che mi saprà consigliare cosa fare per questo suo distacco perché non so cosa pensare, ho preferito essere dettagliata per sfogarmi e per poter essere aiutata il più possibile .. spero in una risposta ,grazie per L ascolto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Violenza psicologica #790

gent.ma SARA
Hai fatto bene a descrivere in maniera dettagliata la situazione sei stata di aiuto a me e alle altre lettrici che potrebbero vivere la tua stessa situazione.
Intanto quello che è successo non è colpa tua, purtroppo questo ragazzo ha un problema e deve capire di dover farsi aiutare in quanto pericoloso per sè e per gli altri . Le minacce al tuo amico , gli insulti verso di te, il controllo , e soprattutto il tuo stato d'animo di paura sono segnali chiari del fatto che stai subendo una violenza psicologica e che ti senti perseguitata da questo ragazzo.
Il fatto che la sua scomparsa ti generi ansia è sintomo del fatto che tu credi stia "meditando qualcosa"e ciò ti crea ansia e uno stato di allarme.
La tua riservatezza non è certo un difetto, non fartene una colpa, chiedi aiuto soprattutto a uno sportello antiviolenza se c 'è nella tua città o nei dintorni e tienimi informata
a presto
elisa
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Violenza psicologica #791

  • Sara
  • Avatar di Sara
  • OFFLINE
  • Messaggi: 2
Grazie mille per la risposta .. se succederà qualcosa la informerò !
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Powered by Forum Kunena
© 2008 - 2016 Fondazione Pangea Onlus